About

about-luciajencinella

 

Lucia Jencinella nasce il 12-09-1986 a Jesi (AN). Si forma presso l’Accademia di Belle Arti di Roma, dove completa gli studi nel 2010 laureandosi in “Arti visive e discipline dello spettacolo”, indirizzo “decorazione”.
Nel 2007 presenta un’opera pittorica alla Collettiva presso la “fiera del Levante” di Bari. Nel 2008 prende parte ad un seminario e mostra di serigrafia, “esperimenti sulla serialità” presso il centro per l’incisione e la grafica d’arte, Formello (RM).
Dal 2009 al 2011 lavora presso uno studio di architettura a Roma con il quale progetta una scultura presso la mensa nel palazzo della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Nel 2008/2009 arricchisce le sue conoscenze e competenze tecnico-artistiche grazie ad un’esperienza erasmus in Spagna della durata di sette mesi.
Nel 2009 vince una borsa di collaborazione per il posto di assistente di laboratorio per la materia di “tecniche e tecnologie della decorazione” all’Accademia di Belle Arti di Roma.
A Dicembre del 2011 arriva tra i finalisti della terza edizione della Biennale d’Arte degli studenti Europei-“Fil-Art” con conseguente partecipazione alla mostra presso la sala Convegni Santa Marta di Roma.
Nel 2012 oltre a collaborare come insegnante in alcune scuole d’arte private a Roma, svolge uno stage ad Explora, il Museo dei bambini di Roma.
Per il week end del 25-26-27 Maggio 2012 viene chiamata insieme alla scuola d’arte in cui lavora, a realizzare delle decorazioni murarie presso il Bed and Brekfast Fontedellangelo sito nella città di Castelsantangelo sul Nera.A Gennaio 2013 diventa assistente di Mosaico presso la scuola dell’Art Studio Cafè sita a Roma e nello stesso anno, tiene una Personale presso la Cripta Borromeo, Complesso San Carlo al Corso.
A Novembre del 2014 espone in occasione dell’evento: “esame scientifico dei dipinti alla luce radente, dal Louvre a Roma (archivio fotografico Ferper)” presso l’Arancera di S. Sisto a Roma.
La sua ricerca è maggiormente mirata a studiare le varie possibilità espressive del colore con l’applicazione saltuaria, al tradizionale supporto della tela, di differenti materiali. Quello che emerge è la creazione di mondi quasi onirici e surreali, costellati da elementi naturali simbolici che danno origine ad atmosfere enigmatiche.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>